Autore: Cristiano Prataviera

Cristiano, 22 anni, do voce alla mia decennale passione per il rap e tutto quello che ci gira attorno. Laureato in Economia, mi sono trasferito da poco a Milano per frequentare il Master in Marketing e Comunicazione della Bocconi e iniziare ad approcciarmi al mondo del mercato discografico.

Dopo una serie di singoli e featuring di successo, è finalmente uscito questa notte il primo album ufficiale di Nicola Siciliano, Napoli 51: Primo Contatto. Un disco ambizioso, che rappresenta il primo capitolo di un progetto più ampio, che avrà luce nei prossimi mesi e che si pone l’obiettivo di mettere il giovane partenopeo nelle condizioni per fare il salto di qualità definitivo nel panorama mainstream del rap italiano. Abbiamo scambiato due chiacchiere con Nicola per capire quali fossero le sue sensazioni nei confronti dell’album e del percorso artistico da lui intrapreso fino a questo momento.

Continua a leggere

Sono passati circa due anni da quando Radical pubblicava il primo capitolo della trilogia di Trashbin, una raccolta di tre singoli in cui il rapper mostra la sua vena cloud. Precedentemente, il contesto di riferimento era esclusivamente Soundcloud, che in quei mesi fungeva da culla ad un gruppo di ragazzini su cui iniziavano a focalizzarsi le attenzioni dei primi curiosi – anche se, probabilmente, nessuno all’epoca si aspettava che quel movimento sarebbe stato destinato a diventare uno dei più importanti paradigmi del rap italiano.

Continua a leggere

Era il 2017 quando Young Slash finì per la prima volta nelle cuffie di una buona parte degli ascoltatori di rap italiano, facendosi notare come uno dei volti più interessanti di quella scena genovese impegnata in quei mesi a sfornare un talento dietro l’altro. Diglielo, in collaborazione con Cromo, e il freestyle per Esse Magazine avevano fatto presagire un imminente affermazione sulla scena, ma il primo progetto di Young Slash non lo ha consacrato definitivamente.

Continua a leggere

Seguici