Autore: Matteo Carena

Ho 20 anni e sono un perfezionista maniacale. Se non siete d'accordo su qualcosa, troviamoci al pub e discutiamone tra un boccale di birra e l'altro.

Il primo lustro degli anni Dieci, in fattispecie il periodo 2011-2014, ha visto l’ascesa e l’affermazione della Machete Crew, collettivo fondato da Salmo, En?gma, El Raton e DJ Slait.
Il grande merito del gruppo è stato quello di attirare l’attenzione dei giovani per la musica rap in un momento di forte stallo all’interno della scena. L’aver mischiato le sonorità hip-hop a quelle della dubstep, proponendo una tipo di rap molto aggressivo, e trasposto il proprio materiale con dei video di ottima qualità e col tempo divenuti iconici, è stata la chiave del loro successo.
Il 2013 è stato testimone di due progetti targati Machete piuttosto interessanti: Midnite e Danger. Nel Discovery Album di oggi ci occuperemo dell’album d’esordio di Nicola Alberi, in arte Nitro.

Continua a leggere

Travis Scott è uno dei nomi più altisonanti del panorama musicale odierno. A seguito dell’uscita di Astroworld, la vita del rapper classe ‘92 è diventata un caotico parco divertimenti ben più di quanto già non fosse: l’esibizione alla finale di Superbowl, la candidatura ai grammy, l’Astroworld Festival e il documentario Netflix Look Mom I Can Fly sono solo alcune delle vicende che hanno visto protagonista Scott. Tutto questo nel giro di un solo anno.
Ma quando ha avuto inizio questa strepitosa scalata?
Per rispondere a questa domanda occorre fare non uno, non due, ma ben tre passi indietro. In questa puntata del Discovery Album analizzeremo Days Before Rodeo, il mixtape che ha premunito al mondo l’arrivo di una nuova era.

Continua a leggere

Ad ottobre di quest’anno si festeggerà il decimo anniversario di Che Bello Essere Noi, quinto album dei Club Dogo. Nella nuova puntata del Discovery Album abbiamo deciso di raccontarvi questo disco, un disco dalla gente e per la gente, attraverso il quale il collettivo milanese ha espresso un concetto chiaro e tondo: voi non siete come noi, e non lo sarete mai (anche se non sono già più quelli di Mi Fist, come dice Jake aprendo il disco).

Continua a leggere

“Sto nella testa dei depressi, pallidi
Passo la vita a suonare nei locali più squallidi.”

 

Ad otto anni da questa barra, Salmo si appresta a salire sul palco di San Siro. Eh sì, ne è passato di tempo da The Island Chainsaw Massacre.
Era il 2011 quando il rapper, allora sconosciuto ai più, decise di scritturare un’opera grezza, sporca e rabbiosa, che in poco tempo sarà eletta unanimemente classico del genere.
Cos’ha di tanto speciale quest’album? Per scoprirlo, bisogna andare oltre il semplice ascolto. Occorre indagare sulla natura dell’autore che l’ha composto, alla ricerca dei segreti celati dietro la sua maschera.

Continua a leggere

Seguici