• I commenti più divertenti sotto i video di Massimo Pericolo

    I commenti più divertenti sotto i video di Massimo Pericolo

    Forse nemmeno Massimo Pericolo stesso si aspettava di ritrovarsi addosso, improvvisamente, l’appellativo di Next Big Thing del Rap Italiano. Il suo nome si è diffuso rapidamente negli ultimi mesi, così come le visualizzazioni su Youtube che sono cresciute esponenzialmente, e il popolo di internet non ha perso occasione per metterci le mani, come succede d’altronde con tutto ciò che diventa virale.

    Leggi tutto...

  • Traffik e Gallagher sono stati arrestati per rapina a mano armata

    Traffik e Gallagher sono stati arrestati per rapina a mano armata

    Traffik e Gallagher, i due famosi trap rapper romani, sono stati arrestati in relazione a un’aggressione con rapina a mano armata a danno di un gruppo di fan risalente al 23 Febbraio.

    Leggi tutto...

  • We Still Love Sosa: GloToven contiene il migliore Chief Keef

    We Still Love Sosa: GloToven contiene il migliore Chief Keef

    Chief Keef e Zaytoven hanno pubblicato il 15 marzo GloToven, un joint album ampiamente pubblicizzato dal quale è lecito attendersi un comeback di Sosa ai fasti dei primi lavori. Sarà stata la volta buona?

    Leggi tutto...

  • Side Baby deve dare un colpo di coda alla sua carriera

    Side Baby deve dare un colpo di coda alla sua carriera

    A quasi un anno dalla sua uscita dalla Dark Polo Gang, Side non è più uno dei nomi caldi del Rap Game italiano, in parte perché i suoi ultimi lavori – tutti singoli o collaborazioni – non hanno convinto il vecchio ed il nuovo pubblico, in parte perché – come si percepisce – sembrerebbe rimasto troppo fuori dagli schemi e quasi svogliato.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Corpus: L’Amore sopra di Axos è una promessa alla Sad Army

Corpus: L’Amore sopra di Axos è una promessa alla Sad Army

Axos decide di tornare all’improvviso e con la fame di chi ha da riconquistare la platea raggiunta con Machete. Corpus: L’Amore sopra si collega all’EP precedente e serve l’entrée che, con ogni probabilità, annuncia il nuovo album. 

Non si sono risparmiati i commenti sulla scelta di un secondo EP, forse mirato a fomentare l’hype per il nuovo disco, forse parte di un piano lungimirante, ragionato per la creazione di una discografia di concetto. In ogni caso, del disco già annunciato Anima Mundi ancora nessuna traccia all’orizzonte. 

Certo è che Axos, ad oggi, si muove come un fantasma da una stanza all’altra nella casa della scena rap italiana. Troppo libero e indipendente per essere rinchiuso nelle braccia di una major, le sue uscite possono essere viste come una dimostrazione di presenza e affetto per il pubblico, in un momento in cui stare lontano dai riflettori è visto alla stregua del non esistere.

È chiara l’intenzione di unire i suoi ultimi lavori e, al tempo stesso, cercare il contrasto tra l’anima di un uomo che cerca sé stesso tra il whisky e le Winston blue e il corpo di chi fa l’amore su una glock nascosta nel divano. Il focus, che ha sempre girato intorno al tema dell’anima toccandolo su più fronti, sposta in Corpus i propri riflettori sul singolo uomo. Che l’intenzione sia quella di formare l’ascoltatore e prepararlo a una visione più ampia del proprio essere? Una sorta di parziale in vista di Anima Mundi, che dovrebbe muoversi tra entità interconnesse?

Il frutto dello stesso Axos dà un nuovo risultato: dopo qualche ascolto, non conta più il confronto con i lavori precedenti, perché Corpus si presenta come un unicum e così dovrebbe essere preso in considerazione. Anima Mea è stato piacevole perché inaspettato, Corpus: L’Amore sopra colpisce perché è la riconferma che non meritiamo, né di cui avessimo bisogno, ma che aspettavamo e speravamo segretamente. Curato in ogni sua parte, si percepisce, nelle quattro tracce, il tappeto musicale tessuto e steso apposta per Axos. Non più l’aficionado Pitto Stail, ma un immenso Yazee è il regista di L’Amore sopra.

Unanimemente riconosciuta come hit dell’EP, in L’Amore sopra il rapper milanese fa un lavoro eccellente sia con un ritornello coinvolgente che nelle strofe, sfornando uno di quei pezzi instant classic che vengono cantati a gran voce da tutto il pubblico ai concerti. Menzione speciale spetta anche anche a John Lui, responsabile della produzione nonché autore di un ritornello memorabile in Dry che si sposa a perfezione con lo stile di Axos,

L’angoscia per un destino impossibile da conoscere viene lasciata momentaneamente da parte per far posto a un Axos che torna in superficie dopo aver toccato il fondo, anche se è troppo presto per parlare di una serenità ritrovata (in fondo, che artista sarebbe senza una piccola dose di tormento?). Coerentemente con la scelta di svuotare i testi di anima e riempirli di corpo, si sfiora con delicatezza il tema sofferto della volontà per spostarsi su note più leggere.

Se Mitridate è stata una scommessa, Corpus: l’Amore sopra di Axos è una promessa al suo pubblico, l’ormai consolidata Sad Army, di un grande ritorno.

Tag: , , , ,


Eleonora Sironi

Eleonora Sironi

Classe '99. Nel tempo libero scrivo cose e giro per Milano con Neffa nelle Sennheiser.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici