• Fine primo tempo: la partita di Egreen non è ancora finita

    Fine primo tempo: la partita di Egreen non è ancora finita

    Venerdì 21 febbraio è uscito Fine Primo Tempo, ultima fatica di Egreen. Al disco, il quinto ufficiale del rapper di Busto Arsizio, si è arrivati dopo un periodo di polemiche iniziate con l’annuncio della firma con Sony e incendiate dal primo singolo estratto, Ho Sbagliato.

    Leggi tutto...

  • Discovery Album: Fino A Qui Tutto Bene

    Discovery Album: Fino A Qui Tutto Bene

    Per l’appuntamento settimanale con Discovery Album abbiamo deciso di parlarvi di Fino A Qui Tutto Bene, album di Marracash uscito probabilmente nel momento sbagliato e per questo non apprezzato a dovere.

    Leggi tutto...

  • Che io mi aiuti: Bresh ha retto da solo il peso dell’oceano

    Che io mi aiuti: Bresh ha retto da solo il peso dell’oceano

    La Liguria, da qualche anno, è diventata una regione che ha saputo imporsi con grande vigore al centro della scena rap nostrana. Dall’estremo occidente dell’Italia una giovanissima generazione ha saputo rompere l’egemonia che da due decenni dominava il genere nella penisola, dominio presidiato da Milano, Roma, Napoli, Torino e Bologna. Queste città hanno da sempre funto da centri di formazione e catalizzatori per i rapper di ogni dove, come grandi dojo separati in cui affinare le proprie abilità.

    Genova, dal canto suo, ha sempre fornito al nostro paese la più grande scuola di cantautorato e forse l’impronta musicale più riconoscibile dello stivale, dentro e fuori i confini nazionali.

    Leggi tutto...

  • MULA EP: l’amore che dura poco

    MULA EP: l’amore che dura poco

    Il 2018 fu un anno di ricerca per Giaime: l’obiettivo era trovare una formula giusta per riuscire a sfondare le porte del mainstream italiano. I successi di TIMIDO e FINCHÈ FA GIORNO e il parziale flop delle due prove di GIMMI ANDRYX 2018 furono una chiara risposta ai dubbi dell’artista: il pubblico preferiva ascoltare il lato più romantico del rapper milanese.
    L’anno successivo è stato quello della conferma: FIORI e MI AMI O NO, certificate disco d’oro, contano ad ora più di venti milioni di streaming su Spotify.
    Arriviamo quindi a MULA, un EP di cinque tracce che rappresenta il culmine del percorso intrapreso due anni prima.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Forbes ha rivelato la lista dei rapper più pagati nel 2018

Forbes ha rivelato la lista dei rapper più pagati nel 2018

La rivista americana Forbes ha rivelato la lista dei 10 rapper più pagati del 2018: le sorprese non mancano.

Recentemente, i ragazzi di Forbes hanno rilasciato la classifica dei 10 rapper che, tra il giugno 2017 e il giugno 2018, hanno incassato di più. Nel conteggio vengono inclusi i dischi venduti, le stream, i ricavi dei vari merchandising, il cachet dei concerti e c’è anche chi ha “arrotondato” con qualcosa che si discosta dalla musica.

10 – Kanye West

Un 2018 ricco per l’ultimo classificato. Il primo giugno ha rilasciato Ye, ottavo album in studio uscito sotto GOOD Music e Def Jam. Progetto di soli 23 minuti che vede co-protagonisti diversi nomi, da Nicki Minaj Charlie Wilson. Successivamente, il duo WestCudi, pubblicherà Kids See Ghosts, uscito una settimana dopo.

Anche in ambito familiare, il rapper originario di Atlanta, può ritenersi soddisfatto. Ad inizio anno è infatti nata Chicago, la sua terza figlia.

In totale Kanye ha fatturato ben 27.5 milioni di dollari, che gli hanno permesso di entrare all’ultimo posto di questa classifica.

 

9 – Future

L’autore del successo What a Time to Be Alive, nonostante non pubblichi qualcosa di nuovo dal 2017, vanta un fatturato di ben 30 milioni di dollari, che lo classificano in nona posizione

8 – Pitbull

Cantautore, rapper, promotore e produttore originario di Miami, Armando Christian Perez, in arte Pitbull, è riuscito a fatturare 32 milioni di dollari. Fermo a Climate Change, il suo decimo album in studio, è l’autore della colonna sonora di Gotti, film sul primo padrino con John Travolta e Kelly Preston come protagonisti.

Armando ha inoltre annunciato l’uscita di un nuovo singolo, I Feel So Free With You con Britney Spears e Marc Anthony. Si sta inoltre dedicando a progetti extra musicali, come l’apertura della sua seconda charter school a Baltimora.

 

7 – Nas

Il classe ’73 New Yorkese Nasir bin Olu Dara Jones, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Nas, ha contribuito a questo 2018 con l’uscita del suo undicesimo album, Nasir, annunciato  da Kanye West ad aprile ed uscito a sorpresa il 15 giugno.

Album interamente prodotto da West, che pone fine ad un tempo di attesa di ben sei anni dal suo decimo album, Life is Good.

A quota 35 milioni di dollari, Nas si aggiudica il settimo posto.

 

6 – Dr. Dre

Fermo dal 2016, anno in cui uscì Come Back to the BusinessDr. Dre sta ancora ricevendo denaro da un affare con Apple, che gli permette di classificarsi sesto con circa 35 milioni di dollari.

 

5 – J. Cole

 

 

 

 

 

 

Autore di Your Eyez Only, quest’anno J. Cole ha rotto il silenzio con KOD, quinto album in studio che è stato accolto in maniera molto positiva dalla critica che gli permettono di arrivare primo in classifica in diversi paesi, quali Stati Uniti, Australia, Canada, Irlanda, Nuova Zelanda e tra gli album R&B nel mercato britannico. Nell’arco di tempo esaminato da Forbes ha fatturato 35.5 milioni di dollari.

 

4 – Drake

 

 

 

 

 

Prima, ma non ultima sorpresa, medaglia di legno per Drake. Non ha fatto aspettare i fan in questo 2018, infatti il 19 Gennaio ha pubblicato a sorpresa Scary Hours, un breve EP che contiene anche God’s Plan brano dal successo enorme che gli permise di generare hype per il progetto e scalare le classifiche internazionali.

Si è reso partecipe di un dissing contro  Pusha-T fresco di album (clicca qui per la nostra recensione di DAYTONA).

Il 29 giugno pubblica Scorpion, il suo quinto lavoro in studio (clicca qui per la nostra recensione di Scorpion).

Purtroppo non tutti i suoi lavori sono rientrati nel lasso di tempo conteggiato per la classifica, che vede Drake posizionarsi quarto con un fatturato di 47 milioni di dollari.

 

3 – Kendrick Lamar

 

 

 

 

 

Classe ’87, il rapper californiano Kendrick Lamar quest’anno si posiziona sul gradino più basso del podio.

Il 4 gennaio pubblica All The Stars come primo estratto di Black Panther: The Album. Il secondo, Pray for Me, viene pubblicato il 2 febbraio, mentre il 9 dello stesso mese, l’album esce finalmene per intero.

Damn, uscito nell’aprile 2017 torna come il fantasma del Natale passato, che gli consente di essere il primo rapper ad essere premiato con un Premio Pulitzer per la musica.

Annata eccezionale, che grazie al fatturato di 58 milioni di dollari, gli garantisce la medaglia di bronzo.

 

2 – Diddy

 

 

 

 

Altra sorpresa per quest’anno, Sean John Combs, in arte Diddy. Dopo tre anni a capo della classifica, grazie al suo impero del bere (Vodka Ciroc, Tequila DeLeón e l’acqua alcalina Aquahydrate), è caduto al secondo posto con un fatturato di 64 milioni di dollari.

Proprio recentemente, è stato accusato da Eminem di essere stato il mandante dell’omicidio di Tupac.

 

1 – Jay-Z

 

 

 

 

 

Il vincitore di quest’anno è Jay-Z, che è riuscito a spodestare dal trono Diddy col suo fatturato da 76.5 milioni di dollari.

Dopo aver accolto i due gemelli avuti con la moglie, Beyoncé, si è reso protagonista di un tour internazionale (dopo uno Nord Americano) con la moglie, On The Run II, tra Canada, Stati Uniti ed Europa.

 

Dieci nomi d’alto calibro, che hanno dimostrato cosa si può fare, oltre ai soldi, con la musica. Artisti diversi tra loro, ma legati dalla passione per la musica e l’occhio per i soldi.

Tag: , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici