• Home
  • Sfera Ebbasta contro l’ipocrisia dei media

Sfera Ebbasta contro l’ipocrisia dei media

Un fulmine a ciel sereno. Pochi minuti fa Sfera Ebbasta ha postato su Instagram un video dove prende posizione contro la tempesta mediatica abbattutasi su di lui fin dalla tragedia di Corinaldo e prolungatasi per la proprietà associativa dell’italiano medio dopo la partecipazione a Sanremo di Achille Lauro. Possiamo dirlo? Era l’ora.

View this post on Instagram

SE TUO FIGLIO SPACCIA È COLPA DI SFERA EBBASTA? ?????

A post shared by $€ (@sferaebbasta) on

Metaforicamente parlando si tratta di un bombardamento a tappeto sul 95% dei media italiani, e noi personalmente stiamo stappando lo spumante. Sfera Ebbasta alza la testa, ed assieme a lui lo fa anche tutto il movimento rap italiano. Parliamoci chiaro, ciò che Sfera ha espresso è il pensiero che qualunque persona con un minimo di sale in zucca si è costruito negli ultimi mesi, ma sentirlo pronunciare da uno, se non il maggiore dei diretti interessati, ha portato un senso di soddisfazione e di rivalsa non indifferente. Il pensiero è quello che era già stato espresso in occasione di Corinaldo e di Achille Lauro a Sanremo: i rapper non si devono sostituire ai genitori, se i figli sono violenti non è perché ascoltano rap (semicit.), se spacciano, se assumono sostanze non è per colpa della musica che ascoltano. C’è sicuramente un problema di fondo e non è né corretto, tanto meno di buon gusto, scaricare le colpe sugli artisti, consci anche del fatto che esempi di questo tipo esistevano anche per le generazioni precedenti.

View this post on Instagram

Lo faccio per chi ha ancora un sogno ?

A post shared by $€ (@sferaebbasta) on

Ciò che ha fatto particolarmente gridare al miracolo in questo caso è il modo in cui il rapper di Cinisello si sia esposto per rispondere alle accuse, abbattendo di fatto lo stereotipo dell’artista intangibile ed ‘elevato’ al di sopra delle critiche. Sfera Ebbasta è come tutti noi, prima di tutto, un essere umano, ed in quanto tale si è preso il suo tempo per metabolizzare quanto stesse accadendo prima di rispondere in maniera spietata.

Spietato sì, ma anche con una certa classe. Di certo non ci si aspetta un discorso da Accademia Della Crusca, e non lo pretendiamo da parte di un personaggio come Sfera, ma le argomentazioni sono precise, sono giuste e soprattutto sono aderenti alle accuse mosse dai media (se così vogliamo chiamarli) italiani. È l’incarnazione di quanto tutti noi amanti del genere abbiamo pensato fin da quel tragico 6 Dicembre, dopo aver visto articoli su articoli scritti da giornalai, non giornalisti. Dopo aver visto servizi da mani nei capelli da parte di programmi televisivi in cerca di audience per ovviare ad uno share pressoché nullo. È la rivincita del rap italiano che passa per le parole di chi, a detta di molti ascoltatori, e di lui stesso, è colui che ha ucciso il genere.

View this post on Instagram

Vedo solo cabrones ??

A post shared by $€ (@sferaebbasta) on

Non ce la sentiamo di dilungarci ancora. Era successo veramente poche volte che un rapper si esponesse in maniera così diretta per rispondere ad accuse di questo tipo, e vorremmo appunto lasciare parlare queste parole che pesano come un macigno, e allo stesso tempo tolgono un peso dalle spalle degli ascoltatori e degli artisti. In chiusura possiamo citare una frase tratta dalle parole di Sfera, abbastanza eloquente: ‘I ragazzini mi prendono come esempio non perché mi fumo le canne, ma perché ce l’ho fatta.’
Game, Set e Match, tutti a casa.

Tag: , , ,


Leonardo Trinci

21 anni e sentirli fin troppo. Amo la musica, faccio musica, scrivo di musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici