• My Love Lockdown e il sole di mezzanotte: intervista a Sina

    My Love Lockdown e il sole di mezzanotte: intervista a Sina

    In occasione della pubblicazione del progetto My Love Lockdown (Midnight Sun) abbiamo intervistato Sina, un giovane emergente che sembra sempre più vicino ad irrompere nella Serie A del rap italiano. Origine sarda, un importante bagaglio di esperienza musicale alla spalle e tanta voglia di farsi capire e ascoltare. Di seguito trovate la nostra chiaccherata con lui.

    Clicca sulla cover per ascoltare “My Love Lockdown (Midnight Sun)” su Spotify

    Leggi tutto...

  • L’FSK STUPISCE ANCORA

    L’FSK STUPISCE ANCORA

    FSK TRAPSHIT è stato senza dubbio uno dei dischi protagonisti dell’annata scorsa. Un manifesto senza censura, sfacciato e sporco di lean che ha portato nelle cuffiette degli ascoltatori la peculiare visione della musica trap dell’FSK. Il trio lucano si è fatto strada a banger quali LA PROVA DEL CUOCO e NO SNITCH, prima di sfondare il portone del mainstream grazie ad ANSIA NO, conclamatissima hit da club presente nell’edizione deluxe dell’album d’esordio.
    Dopo aver rilasciato il singolo SETTIMANA AL CALDO, il gruppo è tornato in pista con un nuovo progetto. Saranno riusciti a sorprendere di nuovo?

    Leggi tutto...

  • Vaz Tè ha mantenuto tutte le promesse

    Vaz Tè ha mantenuto tutte le promesse

    Un noto adagio recita che l’importante non è la destinazione, ma il viaggio. È un motto che pone l’attenzione sul percorso che compiamo verso una determinata azione o obiettivo e su come sia il modo tramite il quale lo compiamo a farci crescere, e non il risultato raggiunto.
    Spesso però bisogna avere il coraggio di ribaltare questa prospettiva poichè un pellegrinaggio troppo lungo rischia di far perdere di vista ciò che è più importante, ossia il punto d’arrivo. Un viaggio è veramente grande solo in virtù del risultato conseguito, così come una storia entra nel mito a seconda di come si conclude.
    La storia di cui si parla in questo articolo dura quasi 4 anni: inizia ufficialmente il 2 dicembre 2016 per concludersi il 4 settembre 2020, e al centro c’è un disco il cui nome che era già culto ancora prima di vedere la luce: VT2M.

    Leggi tutto...

  • Detroit 2 è l’apice della carriera di Big Sean

    Detroit 2 è l’apice della carriera di Big Sean

    Il 4 settembre Big Sean ha rilasciato il suo quinto disco ufficiale, Detroit 2, sequel del mixtape del 2012. L’album segna il ritorno sulle scene del protégé di Kanye West dopo quasi tre anni quando, nel giro di pochi mesi, aveva rilasciato prima il suo quarto disco, I Decided., e poi il joint album con Metro Boomin, Double or Nothing.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Marketing è l’ultimo atto del grande 2019 firmato Wing Klan

Marketing è l’ultimo atto del grande 2019 firmato Wing Klan

Come mai prima di quest’anno si è assistito all’esplosione di un numero elevato di rapper che, fino a una dozzina di mesi fa, erano poco più di nomi su cui fare scommesse ad alto rischio; molti di questi, grazie all’enorme impatto mediatico avuto sulla scena, già non possono più considerarsi degli emergenti.

Stiamo parlando, tra gli altri, dei vari Massimo Pericolo, Madame, Shiva, FSK e thaSupreme. Ma se si tralascia l’effetto popolarità che deriva dall’impatto mediatico di cui i sopracitati artisti hanno beneficiato oltremodo, il 2019 ha regalato molti altri interessanti spunti musicali da progetti di rapper emergenti, come Gianni Bismark, Quentin40, Tauro Boys e, infine, i meno conosciuti ma non meno talentuosi Wing Klan.

Proprio il duo composto da Tommy Toxxic e Joe Scacchi rappresenta una delle novità più interessanti per gli appassionati di rap, che dopo il progetto di coppia datato 2018, quest’anno hanno potuto conoscere e apprezzare i due artisti presi singolarmente. A giugno l’album di Tommy Toxxic, Ghost, pubblicato sotto lo pseudonimo di Goya, aveva attirato le attenzioni sul Wing Klan di un discreto numero di occhi, preparando il terreno per il successo di Marketing, pubblicato a distanza di qualche mese.

 

Il lavoro di Joe Scacchi ha riscosso un sorprendente successo, eguagliando in poco più di una settimana i numeri fatti registrare da Ghost, a testimoniare due modus operandi nel dare un’identità ai propri lavori diametralmente opposti: Tommy ha fatto una scelta inusuale in Italia, ovvero quella di presentarsi con un album di una durata notevole, 18 tracce senza per altro nessun featuring a rendere più varia l’esperienza d’ascolto del disco. Poco importa, in quanto la scorrevolezza del progetto rimane innegabile, nonostante l’assenza di collaborazioni, e l’atmosfera intima voluta da Goya renda coinvolgente l’ascolto del disco.

 

Joe Scacchi ha, invece, optato per una configurazione più classica del suo progetto: 12 tracce per una mezz’ora di ascolto in cui vengono intelligentemente inserite le collaborazioni degli esponenti di punta della LoveGang (amici datati dei ragazzi del Wing Klan) che fungono anche da calamita per nuovi ascoltatori, con evidenti benefici sui contatori di Spotify. L’album, per lo stile e le caratteristiche di Scacchi, si rivela essere ben più di impatto rispetto a Ghost, che però ha il pregio di aver apparentemente lasciato un segno più profondo sui fan più accaniti del Wing Klan.

 

I risultati numerici danno, senza dubbio, voce alla scelta fatta da Joe, che se fino a prima dell’uscita di Marketing – parlando di gerarchie interne al Wing Klan – era spesso etichettato come “seconda linea” rispetto a Tommy, oggi vede la sua posizione decisamente rivalutata.

 

Elemento di notevole importanza e qualità di Marketing sono le produzioni di un sempre più in forma Nike, il produttore più vicino al Wing Klan, artefice anche delle strumentali di Ghost, che con il suo lavoro sui due album ha dimostrato di non sentire il peso di progetti importanti, nonché di saper lavorare abilmente su basi di diversa impronta: su Ghost era prevalente l’uso di melodie, mentre su Marketing, 808 e bassi hanno un peso più significativo; in entrambi i casi, però, le produzioni risaltano egregiamente le differenti caratteristiche dei due rapper.

 

Marketing può essere, quindi, definito come un album più ‘di circostanza’, nulla togliendo alla qualità del lavoro, che sicuramente si afferma come uno dei progetti più validi dell’anno firmato da un emergente e afferma il Wing Klan, per chi ancora avesse avuto dei dubbi, come una delle realtà più importanti del rap capitolino.

 

Tag: , , , , , ,


Cristiano Prataviera

Cristiano, 22 anni, do voce alla mia decennale passione per il rap e tutto quello che ci gira attorno. Laureato in Economia, mi sono trasferito da poco a Milano per frequentare il Master in Marketing e Comunicazione della Bocconi e iniziare ad approcciarmi al mondo del mercato discografico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici