• Home
  • Believe the Hyper: Nerone serve l’antipasto prima del suo ultimo album

Believe the Hyper: Nerone serve l’antipasto prima del suo ultimo album

Ci scusiamo con il nostro pubblico, ma il tema di quanto segue è l’amore.
Questo perché sarebbe impossibile parlare di “HYPER 2”, il progetto di Nerone che apre le danze in vista dell’album “ENTERTAINER” senza tirare in ballo il più discusso e bramato dei sentimenti.


Per dimostrarlo, basta porsi una sola domanda.
Cos’altro potrebbe spingere un rapper che cerca di ritagliarsi la sua fetta di pubblico in un contesto come quello attuale a dare alle stampe più di quattro opere in poco più di un anno?
Quale altra ansia motiva manciate e manciate di rime gettate in faccia ai suoi ascoltatori?
Cosa trasforma un EP di presentazione e lo dilata in ciò che per numero di tracce e varietà delle corde toccate può essere considerato un album a tutti gli effetti?

La risposta può essere solo una: l’amore.

I suoi ascoltatori conosco Nerone come un rapper dalle forti passioni, dal prepotente trasporto per la vita che trasuda da tutti i suoi pezzi.
Chi lo segue sui social, lo vede continuamente azzuffarsi, fare pace, inveire contro il mondo, propsare amici e colleghi, fumare e ridere di gusto.
Proprio come un innamorato.
Innamorato del rap, del movimento culturale che lo circonda, innamorato delle donne come della sua famiglia biologica e surrogata.

Tutti gli amori di Max sono rappresentati in “HYPER 2” e, come suggerisce il titolo, sono elevati a potenza.

La testa di ariete della Microfili Click presenta il suo mondo a tinte forti, figlio della milano dei Dogo, già a partire da “Sweet Sixteen”, la traccia di apertura che altro non è che una lunga serie di randellate verbali menate in tutte le direzioni con la foga di un San Bernardo sotto bamba.

Come anticipato però, quello che da domani tutti potranno ascoltare non è solo il Nerone da battaglia, memore dei suoi successi nei circuiti di freestyle.

Nel cuore di questo MC c’è spazio anche per i compagni d’armi di sempre, e la sintonia che lì lega si intuisce nel tappeto sonoro di “Sei Tutto Fatto” (prodotto a quarto mani da Foreigner, Aly Armando, Remmy e Biggie Paul) o nelle rime al riocontra del nuovo capitolo di “La Miaccade Llade Scascru” (in cui il nostro si alterna al microfono con Warez e Secco). Menzione particolare merita in questo senso il divertissement di “Ci Sta”, che ospita il gradito ritorno di MRB, membro fondatore della crew: l’Erre Moscia più stilosa d’Italia si è fatta perdonare l’assenza regalando al disco alcune delle sue barre più accattivanti.

Sotto i riflettori rimangono in ogni caso le emozioni vulcaniche del padrone di casa, un luna park popolato da zarri, pusher e ragazze animate dalle peggiori intenzioni.
Una giostra innescata dalla varietà nella scelta delle strumentali, affidate per larga parte al versatile Strage, quasi nelle vesti di project producer. I diversi mood esplorati dalle sue basi consentono infatti a Nerone di spaziare con il flow e gli argomenti, e in alcuni tratti persino di sperimentare con il cantato. Ancora una volta, come farebbe un innamorato.

Proprio a causa della sua natura molteplice, si potrebbero spendere ulteriori parole per “HYPER 2”, senza però riuscire a rispondere ad un’altra fondamentale domanda.
Quella sulle conseguenze dell’amore.

Questo prodotto ibrido colloca a pieno titolo il suo autore tra i nomi più caldi di una scena sempre più affollata? La scelta di Nerone di non porre nessun filtro espressivo tra sè e il suo pubblico, esponendosi in ogni momento con tutti i suoi pregi e le sue mancanze, troverà un positivo riscontro tra i suoi sostenitori?

A queste domande non spetta a noi rispondere, bensì ad “ENTERTAINER”, il fratello maggiore di “HYPER 2” ormai prossimo all’uscita, che avremo il piacere di raccontarvi in anteprima esclusiva.

“Sky’s the limit”, ammoniva Notorious BIG, probabilmente rivolto a chi condividesse con lui la passione per le rime, il peso di un amore troppo forte per il rap game e una struttura non propriamente aerodinamica.
“Il cielo è dei violenti”, si potrebbe tuttavia replicare con Flannery O’Connor.
E sulla violenza dell’amore di Max, siamo disposti a rassicurarvi.


Alberto Coletti

Alberto Coletti

Avvocato affetto da un'incontrollabile passione per il rap italiano. In questo mondo di numeri, sono finito a essere il Numero 2 di Chiamarsi MC. E sarà solo Dio a giudicarmi per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici