• Home

After Hours, ultima fatica di Abel Tesfaye, in arte The Weeknd, era sicuramente uno degli album più attesi del 2020. Il cantante canadese era a secco da due anni ormai, quando l’EP My Dear Melancholy colpì pubblico e critica grazie alle sue atmosfere cupe e malinconiche, che rimandavano ai fasti della Trilogy.
I primi tre estratti del nuovo progetto – Heartless, Blinding Lights e After Hours – hanno riscosso un ottimo successo, alimentando la fiamma della curiosità verso l’imminente disco.
Perciò, sono state rispettate le sempre più alte aspettative?
Si può rispondere già ora: sì, eccome. Perché, con buona probabilità, ci troviamo di fronte al lavoro più maturo, curato e personale che The Weeknd abbia mai composto.

Continua a leggere

Descrivere Heaven Or Hell, il primo album di Don Toliver, potrebbe sembrare un gioco da ragazzi. Ad un primo ascolto, magari poco attento, si rischierebbe di giungere ad una conclusione sbrigativa e superficiale, giudicando il rapper di Houston come una versione 2.0 del mentore Travis Scott. In realtà non è così: Toliver ha creato Heaven Or Hell a sua immagine e somiglianza.

Continua a leggere

Il viaggio che ha portato alla realizzazione di Eternal Atake, il nuovo album di Lil Uzi Vert uscito il 6 marzo 2020, è stato una vera e propria Odissea, un lungo percorso dove il mito intorno al disco è parte integrante della caratura del prodotto finale. Questo disco dai contorni mistici, tra i lavori più attesi dell’ultimo biennio per quanto riguarda la musica rap mondiale, è stato concepito come un nuovo punto cardine nella carriera del rapper: c’è un Lil Uzi Vert prima di  Eternal Atake e uno dopo. La differenza? Il totale dispiegamento dei propri poteri.

Continua a leggere

Seguici