• Discovery Album: Oxymoron

    Discovery Album: Oxymoron

    Nel 2014 Barack Obama era ancora alla presidenza degli Stati Uniti, correva l’anno del Machete Mixtape Vol. 3 e dei mondiali di calcio vinti dalla Germania. Sempre nel 2014 un ragazzo losangelino, ormai diventato padre di famiglia, si trova di fronte ad un bivio. Dovrà scegliere cosa fare della sua vita. Abbandonare le cattive, ma necessarie, vecchie abitudini o voltare definitivamente pagina?

    Leggi tutto...

  • Vi spieghiamo perchè Tutti Fenomeni è l’idea del nuovo

    Vi spieghiamo perchè Tutti Fenomeni è l’idea del nuovo

    Ci sono alcune opere d’arte, ad esempio i grandi affreschi rinascimentali, che colpiscono per la loro coerenza e architettura, sono opere ordinate, tecniche; poi ce ne sono altre, come un Magritte, che colpiscono perché ti fanno affiorare sensazioni contrastanti, disomogenee.

    Merce funebre, il primo album di Tutti Fenomeni, appartiene a questa seconda casistica; perciò questa non vuole essere una recensione classica, ma un tentativo di mettere ordine in un insieme di suggestioni che questo album propone al pubblico. Proprio per questo motivo questo scritto non sarebbe mai venuto alla luce senza discussioni analitiche preliminari, perché Merce Funebre è prima di tutto un qualcosa su cui è molto difficile atterrare e su cui il confronto aperto con altri è fondamentale.

    Leggi tutto...

  • Music To Be Murdered By: Eminem è davvero finito?

    Music To Be Murdered By: Eminem è davvero finito?

    Sono passate giusto un paio di settimane dall’inizio del nuovo decennio, ed è già arrivato il primo scossone dell’anno: Eminem ha rilasciato completamente a sorpresa Music To Be Murdered By, il suo undicesimo album. Il successo di Kamikaze, anch’esso droppato senz’alcun preavviso, ha fatto sì che il rapper di Detroit ripetesse la medesima mossa di mercato, che ancora una volta sembra dare i suoi frutti. Ma se non ci si sorprende dal punto di vista delle vendite, si può dire la stessa cosa dal lato qualitativo?

    Leggi tutto...

  • Il disco postumo di Mac Miller è destinato a diventare un classico

    Il disco postumo di Mac Miller è destinato a diventare un classico

    Quando il 7 settembre 2018 si diffuse la notizia della morte di Mac Miller – causata da un’overdose accidentale – il dolore per la scomparsa di questo artista non colpì solamente i fan del rap, ma coinvolse un pubblico decisamente più ampio, a testimonianza di come la sua musica riuscisse a toccare i fan dei più svariati generi, grazie ad uno stile elaborato che esplorava trasversalmente rap, funk, jazz e rock, proponendo un’importante componente strumentale, spesso curata personalmente dallo stesso Mac – rinomato pluristrumentista.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Brandon Banks è ciò di cui la trap ha bisogno

Brandon Banks è ciò di cui la trap ha bisogno

Il 19 luglio Maxo Kream ha pubblicato Brandon Banks, il suo secondo album ufficiale dopo Punken, uscito nel gennaio 2018. Il disco prende il nome dall’alias criminale del padre di Maxo, figura che aleggia come uno spettro in tutto il progetto e non con descrizioni affettuose.

Questo secondo lavoro è un banco di prova importante per il rapper texano. Innanzitutto, esce sotto Roc Nation, l’etichetta fondata da Jay-Z nel 2008, e presenta diversi feat di alto lignaggio, come Travis Scott e ScHoolboy Q, e di artisti in rampa di lancio come Megan Thee Stallion, fresca di nomina agli XXL Freshman di quest’anno.

 

Il disco si presenta coerente con lo stile trap cupo del rapper di Houston e ciò si può cogliere fin dalla prima traccia, Meet Again, in cui parla di un amico incarcerato e, senza molti filtri, afferma di preferire la morte alla prigione. In 8 Figures il classe ’90 mette in guardia dai “soldi facili”, un’illusione che non esiste, e riflette se si possa davvero compiere tutto per il cash, considerando i rischi della vita criminale. In Brenda, che vuole essere un omaggio a Brenda’s got a Baby di Tupac, racconta la storia di una ragazza con un figlio avuto quando lei e il padre erano troppo giovani e con il bambino che crescendo diventa un criminale, il padre li abbandona e lei non vede alternative alla prostituzione. Vi sono altri pezzi più leggeri come il feat con Megan, She Live, o Drizzy Draco, un classico banger trap.

 

Nell’insieme il progetto è molto coeso, anche grazie ai continui rimandi alla discussa figura paterna, ma non si può non sottolineare come nella seconda parte il disco sia meno incisivo. In questo giocano un ruolo anche i featuring: nella prima parte sia Megan che ScHoolboy offrono un’ottima performance; l’unico neo riscontrabile è la presenza di Travis Scott: il concittadino non offre una brutta esibizione ma il brano, The Relays, è forse il meno centrato con il resto del disco, quasi più vicino ad Astroworld che a Brandon Banks.

 

Nella seconda parte del disco si trovano i feat di A$AP Ferg, che ha sicuramento offerto strofe migliori, soprattutto dal punto di vista lirico, e di KCG Josh, fratello minore di Maxo, che appare ancora acerbo rispetto al big bro. Comunque, ciò non vuole significare che la seconda metà sia scandente, anche perché le ultime due tracce, Diary Ashford Bastard e Still, si possono annoverare tra le migliori del progetto. Però, in questa sezione, va un po’ a scemare la coesione che caratterizza quasi tutta la prima parte.

 

Brandon Banks conferma Maxo Kream come uno dei trap rapper più in forma del momento, permettendo ad Emekwanem di continuare la sua crescita artistica. Forse è la sua maturità, avendo ormai trent’anni, a permettergli di sfornare lavori più originali e distintivi rispetto ai colleghi (o wannabe tali) più giovani. Maxo riesce, ancora una volta, a non privare il sottogenere trap della sua dignità artistica, senza presentare pezzi concepiti esclusivamente per essere radio friendly e senza snaturare questo filone musicale.

Tag: , , ,


Matteo Merletti

Sono Matteo, ho 23 anni. Se non vi piace ciò che scrivo offritemi un gin tonic e ne parliamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici