Tag: rap italiano

In Italia la tradizione del mixtape è piuttosto ridotta rispetto agli altri paesi europei. Lo stesso senso di questo prodotto discografico, che originariamente nasce come un progetto da diffondere senza i canali di mercato legali per via dell’uso di strumentali o interpolazioni sonore edite (tra i più noti esempi esteri: la serie Dedication di Lil Wayne, Trap or Die di Young Jeezy o Down with the King di T.I.) ottenibile solo tramite gli amici o scaricandoli da internet, è andato perduto prima ancora di attecchire con successo.

Se persino in America ormai il termine mixtape viene associato a quello che semplicemente non è un disco ufficiale, così in Italia gli esempi più noti al pubblico attuale probabilmente sono dei tape solo di nome (ad esempio i volumi 3 e 4 della saga Machete Mixtape o la trilogy della Dark Polo Gang, di fatto prodotti commercializzati e presenti nei negozi di dischi).
Ma anche qui ci sono dei prodotti di stampo estero che nel tempo hanno cementificato la leggenda dei loro autori: dei lavori culto che nonostante una qualità sonora non eccelsa (o forse proprio a causa di quella) hanno acquisito quello street flavour che li rende dei veri e propri gioielli da scoprire.

Attenendoci alla premessa di elencare dei lavori che sia effettivamente dei mixtape nel senso originale del termine, ecco quindi i dieci migliori esempi di questa nobile tradizione prettamente hip hop.

Continua a leggere

In questa nuova puntata della nostra rubrica dedicata ai migliori lavori dei grandi artisti del rap, la nostra redazione si è ritrovata a discutere riguardo una delle carriere più importanti del rap italiano. Per molti il primo punto di approccio con questa musica, il gruppo in questione è stato in grado di unire almeno tre generazioni di ascoltatori e di rivoluzionare come nessuno prima il genere. Scavalcando limiti che sembravano inimmaginabili e abbattendo regole all’apparenza immutabili si sono fatti strada con le unghie e con i denti portando il rap dal centro sociale alla discoteca, dal marciapiede al privè, cambiando per sempre le regole del gioco.

I protagonisti di questa puntata non possono essere che i Club Dogo.

Continua a leggere

In un periodo musicale come quello attuale dove le uscite musicali sono per forza di cose centellinate, la scelta di molti è quella di aprire un servizio streaming e ripassare i propri ascolti: c’è chi torna ad affrontare quel disco lasciato in soffitta da qualche anno, chi riascolta i soliti dieci album con i quali è cresciuto e chi prova a rivalutare lavori cestinati troppo in fretta nell’ormai nota grande bulimia del mercato musicale.
La nostra redazione in questa calma piatta ha optato invece per riprendere i fili cardini del genere e, in quel tipico clima di dibattito dei barber shops di New York, discutere su un’ipotetica graduatoria degli artisti più iconici del genere.

Il rapper selezionato per la puntata odierna è l’autoeletto King del rap italiano, tornato recentemente alla ribalta dopo un lunghissimo silenzio che ha a lungo preoccupato i suoi estimatori: sale sul ring sua maestà Marracash.

Continua a leggere

In un periodo come quello attuale dove le uscite musicali sono per forza di cose centellinate, la scelta di molti è quella di aprire un servizio streaming e ripassare i propri ascolti: c’è chi torna ad affrontare quel disco lasciato in soffitta da qualche anno, chi riascolta i soliti dieci album con i quali è cresciuto e chi prova a rivalutare lavori cestinati troppo in fretta nell’ormai nota grande bulimia del mercato musicale.
La nostra redazione in questa calma piatta ha optato invece per riprendere i fili cardini del genere e, in quel tipico clima di dibattito nei barber shops di New York, discutere su un’ipotetica graduatoria dei lavori degli artisti più iconici del genere.

E il punto di partenza di questo viaggio non poteva che essere il Godfather del rap italiano, la G capitale alla quale sarebbe pleonastico aggiungere qualsiasi presentazione. Mentre tutta la penisola è in fibrillazione per il suo nuovo e atteso lavoro, ci siamo presi la licenza di stilare la nostra personale visione del decennio che copre la sua carriera solista: ecco dunque il nostro ranking dei dischi solisti di Guè Pequeno.

Continua a leggere

Seguici