• Music To Be Murdered By: Eminem è davvero finito?

    Music To Be Murdered By: Eminem è davvero finito?

    Sono passate giusto un paio di settimane dall’inizio del nuovo decennio, ed è già arrivato il primo scossone dell’anno: Eminem ha rilasciato completamente a sorpresa Music To Be Murdered By, il suo undicesimo album. Il successo di Kamikaze, anch’esso droppato senz’alcun preavviso, ha fatto sì che il rapper di Detroit ripetesse la medesima mossa di mercato, che ancora una volta sembra dare i suoi frutti. Ma se non ci si sorprende dal punto di vista delle vendite, si può dire la stessa cosa dal lato qualitativo?

    Leggi tutto...

  • Il disco postumo di Mac Miller è destinato a diventare un classico

    Il disco postumo di Mac Miller è destinato a diventare un classico

    Quando il 7 settembre 2018 si diffuse la notizia della morte di Mac Miller – causata da un’overdose accidentale – il dolore per la scomparsa di questo artista non colpì solamente i fan del rap, ma coinvolse un pubblico decisamente più ampio, a testimonianza di come la sua musica riuscisse a toccare i fan dei più svariati generi, grazie ad uno stile elaborato che esplorava trasversalmente rap, funk, jazz e rock, proponendo un’importante componente strumentale, spesso curata personalmente dallo stesso Mac – rinomato pluristrumentista.

    Leggi tutto...

  • Il 2020 di Tredici Pietro inizia con “Vestiti D’Odio”

    Il 2020 di Tredici Pietro inizia con “Vestiti D’Odio”

    Il giovane Morandi sorprende ancora una volta, trovando una collaborazione che mette in luce le sue capacità vocali e l’abilità nella sperimentazione musicale, uscendo dai propri schemi con un pezzo romantico e sonoramente pop al punto giusto.

    Leggi tutto...

  • Discovery Album: Danger

    Discovery Album: Danger

    Il primo lustro degli anni Dieci, in fattispecie il periodo 2011-2014, ha visto l’ascesa e l’affermazione della Machete Crew, collettivo fondato da Salmo, En?gma, El Raton e DJ Slait.
    Il grande merito del gruppo è stato quello di attirare l’attenzione dei giovani per la musica rap in un momento di forte stallo all’interno della scena. L’aver mischiato le sonorità hip-hop a quelle della dubstep, proponendo una tipo di rap molto aggressivo, e trasposto il proprio materiale con dei video di ottima qualità e col tempo divenuti iconici, è stata la chiave del loro successo.
    Il 2013 è stato testimone di due progetti targati Machete piuttosto interessanti: Midnite e Danger. Nel Discovery Album di oggi ci occuperemo dell’album d’esordio di Nicola Alberi, in arte Nitro.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Nerone ha superato la maturità con Gemini

Nerone ha superato la maturità con Gemini

Il 14 giugno scorso è uscito Gemini, il terzo disco ufficiale di Nerone, prodotto interamente da DJ 2P e Adma. Al suo interno vanta featuring di tutto rispetto quali Jake La Furia, Gemitaiz, Ensi, Warez, Egreen e Nex Cassel.

Basta ascoltare anche solo qualche traccia del disco per rendersi conto che, se si conosce un minimo il personaggio, Gemini rappresenta il personaggio di Nerone in tutto e per tutto. Al suo interno si trovano molte delle varie sfaccettature che caratterizzano il gigante buono milanese: ironia quando c’è da scherzare, delicatezza quando c’è da emozionare, ma soprattutto botte quando c’è da pestare.

L’intero album gira, infatti, attorno a questi tre cardini e, se si ascoltano i brani nell’ordine proposto dalla tracklist, ci si accorge che seguono una logica precisa.

 

Per approfondire meglio questo concetto basta prendere in esame la copertina scelta per la distribuzione in digitale: si tratta di una mano che tiene pugno un pennarello indelebile, per altro su uno sfondo rosso che è universalmente conosciuto come il colore della passione.
La mano non è altro che uno strumento e, in quanto tale, può essere usato sia per fare del bene che per fare del male; allo stesso modo il pennarello, che può metaforizzare la scrittura, è a sua volta uno strumento di per sé neutro che, in base a ciò che si sceglie di scrivere, può ferire come guarire.

 

L’intero disco suona complessivamente come una sequenza ragionata e bilanciata di schiaffi e di carezze, interrotta periodicamente da brani un po’ meno impegnati con lo scopo di alleggerire la densità semantica.

La dinamica che investe l’ascoltatore durante l’ascolto del progetto è la stessa di quando tua mamma improvvisamente ti diceva “Vieni qua che non ti faccio niente” e poi ti riempiva di mazzate.

 

Gemini è molto probabilmente il miglior disco di Nerone, non tanto per le tematiche – che in linea di massima non si discostano troppo dai precedenti lavori, se non per la toccante Mezza Siga, dedicata ad un amico scomparso – quanto per la studiata cura nei dettagli. Le strumentali sono tutte di alto livello e non suonano per nulla vecchie, inconveniente in cui si può facilmente incappare quando si tenta di fare un disco rap dai caratteri un po’ più classicheggianti al giorno d’oggi.
A livello di tecnica e skills non gli c’è nulla da recriminare, Nerone è uno dei migliori in Italia e Gemini è stata l’ulteriore conferma di una carriera più che proficua.

 

I brani più riusciti del disco, divisi per “categoria”, sono probabilmente Avengers, Hooligans e Tre goal per l’ambito più aggressivo, Mezza siga, Come un boss e Sul serio per quello un po’ più introspettivo e Vieni da me per quello meno impegnato.

 

Se si volessero cercare dei punti deboli del lavoro, probabilmente si troverebbero in qualche ritornello che suona forse un po’ forzato, ma a giudicare dalla qualità delle strofe e della tipologia di progetto, è un fattore sopra il quale si può facilmente sorvolare.

Da sottolineare inoltre l’iniziativa intrapresa nella distribuzione delle copie fisiche: la copertina di quest’ultime appare, infatti, completamente gialla. Con l’acquisto del CD, l’ascoltatore riceverà infatti anche un pennarello uguale a quello che compare nella mano in copertina nella versione digitale, dando la possibilità ai propri fan di disegnare ciò che Gemini rappresenta per ognuno.

View this post on Instagram

Gemini è il mio viaggio, sono curioso di sapere il tuo. La copertina del cd fisico di GEMINI contiene uno spazio vuoto, per permettere ad ognuno di voi di dare la propria, personale lettura del disco. Nella versione digitale la mia mano stringe un pennarello, quello stesso pennarello è incluso nel packaging del disco fisico. Ascolta il disco, anche più volte se necessario e disegna tu stesso la copertina che pensi che GEMINI debba avere. Il pennarello è indelebile, quindi hai una sola opportunità per fare al meglio questa copertina, altrimenti sarai costretto a comprare un'altra copia! ? Da domani iniziano gli Instore e sono curioso di sapere cosa riuscirete a tirare fuori. Gemini è creatività, genio e sregolatezza! Buon viaggio e divertiti. GEMINI INSTORE TOUR LUNEDì 17 giugno h. 15,00 – Varese Mondadori Bookstore Via Emilio Morosini, 10 h. 18,00 – Milano Mondadori Megastore Via Marghera, 28 ? ? MARTEDì 18 giugno h. 14,30 – Roma Discoteca laziale Via Giovanni Giolitti, 263 h. 18,00 – Napoli Feltrinelli Napoli stazione Piazza Garibaldi MERCOLEDì 19 giugno h. 15,00 – Catania Mondadori Bookstore Piazza Roma, 18

A post shared by NERONE. ENNE E ERRE O ENNE E (@neroneofficial) on

Gemini è un disco propriamente rap, uno di quelli che probabilmente solo un fan del genere può apprezzare a pieno e che fa piacere escano comunque, nonostante le varie influenze che il genere sta assorbendo. Lo scopo del progetto non era sicuramente puntare sull’aspetto sperimentale – se non per qualche elemento come il beat di Tre Goal – quanto buttare fuori tutti i sentimenti positivi e negativi che ribollono in Nerone nel modo in cui gli è sempre riuscito meglio: sputando barre.

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici