• My Love Lockdown e il sole di mezzanotte: intervista a Sina

    My Love Lockdown e il sole di mezzanotte: intervista a Sina

    In occasione della pubblicazione del progetto My Love Lockdown (Midnight Sun) abbiamo intervistato Sina, un giovane emergente che sembra sempre più vicino ad irrompere nella Serie A del rap italiano. Origine sarda, un importante bagaglio di esperienza musicale alla spalle e tanta voglia di farsi capire e ascoltare. Di seguito trovate la nostra chiaccherata con lui.

    Clicca sulla cover per ascoltare “My Love Lockdown (Midnight Sun)” su Spotify

    Leggi tutto...

  • L’FSK STUPISCE ANCORA

    L’FSK STUPISCE ANCORA

    FSK TRAPSHIT è stato senza dubbio uno dei dischi protagonisti dell’annata scorsa. Un manifesto senza censura, sfacciato e sporco di lean che ha portato nelle cuffiette degli ascoltatori la peculiare visione della musica trap dell’FSK. Il trio lucano si è fatto strada a banger quali LA PROVA DEL CUOCO e NO SNITCH, prima di sfondare il portone del mainstream grazie ad ANSIA NO, conclamatissima hit da club presente nell’edizione deluxe dell’album d’esordio.
    Dopo aver rilasciato il singolo SETTIMANA AL CALDO, il gruppo è tornato in pista con un nuovo progetto. Saranno riusciti a sorprendere di nuovo?

    Leggi tutto...

  • Vaz Tè ha mantenuto tutte le promesse

    Vaz Tè ha mantenuto tutte le promesse

    Un noto adagio recita che l’importante non è la destinazione, ma il viaggio. È un motto che pone l’attenzione sul percorso che compiamo verso una determinata azione o obiettivo e su come sia il modo tramite il quale lo compiamo a farci crescere, e non il risultato raggiunto.
    Spesso però bisogna avere il coraggio di ribaltare questa prospettiva poichè un pellegrinaggio troppo lungo rischia di far perdere di vista ciò che è più importante, ossia il punto d’arrivo. Un viaggio è veramente grande solo in virtù del risultato conseguito, così come una storia entra nel mito a seconda di come si conclude.
    La storia di cui si parla in questo articolo dura quasi 4 anni: inizia ufficialmente il 2 dicembre 2016 per concludersi il 4 settembre 2020, e al centro c’è un disco il cui nome che era già culto ancora prima di vedere la luce: VT2M.

    Leggi tutto...

  • Detroit 2 è l’apice della carriera di Big Sean

    Detroit 2 è l’apice della carriera di Big Sean

    Il 4 settembre Big Sean ha rilasciato il suo quinto disco ufficiale, Detroit 2, sequel del mixtape del 2012. L’album segna il ritorno sulle scene del protégé di Kanye West dopo quasi tre anni quando, nel giro di pochi mesi, aveva rilasciato prima il suo quarto disco, I Decided., e poi il joint album con Metro Boomin, Double or Nothing.

    Leggi tutto...

  • Home
  • Il 2020 di Tredici Pietro inizia con “Vestiti D’Odio”

Il 2020 di Tredici Pietro inizia con “Vestiti D’Odio”

Il giovane Morandi sorprende ancora una volta, trovando una collaborazione che mette in luce le sue capacità vocali e l’abilità nella sperimentazione musicale, uscendo dai propri schemi con un pezzo romantico e sonoramente pop al punto giusto.

Il 2019 “Assurdo” di Tredici Pietro

Aveva esordito con Pizza E Fichi, prendendosi un mare di critiche sia a sfondo musicale che a sfondo familiare: “Ti mantiene papà Gianni”, “sei immondizia al microfono”, “via i raccomandati dal rap italiano”. Poi Passaporto, Piccolo Pietro, Rick e Morty, e qualcuno si era ricreduto ascoltando il conscious rap – decisamente convincente – del giovane Tredici, con beat cucitigli su misura dall’amico e produttore personale Mr. Monkey.

Infine l’EP, “Assurdo” di nome e di fatto: la versatilità, l’attitudine, il linguaggio elegante e articolato e un repertorio di basi fantastiche, il tutto espresso in sette tracce – per un totale di 21 minuti di ascolto. In un solo anno, l’esordiente Tredici Pietro si è affermato come uno dei profili musicali più interessanti in assoluto all’interno del rap italiano (clicca qui per l’articolo di approfondimento). Tirando le somme, è stato un 2019 più che entusiasmante per il giovane talento di San Lazzaro di Savena, e la sua prima comparsa nell’anno nuovo con gli PSICOLOGI non sembra deludere l’aspettativa che ora torreggia sul suo nome.

Tredici, Drast, Lil Kaneki: trio vincente

Anno nuovo, vita nuova: il giovane Pietro sembra avere le idee chiare. I pandori e i torroni forse avranno macchiato i suoi denti, ma hanno senz’altro addolcito la sua voce al punto che il rapper bolognese ha iniziato il 2020 in chiave romantica e pop. Il pezzo è riuscito alla perfezione: Mr. Monkey ha confezionato un cioccolatino che per Pietro e il duo è solo da scartare.

La vivacità di Drast sembra essere quel che ci vuole per aprire una traccia del genere nel migliore dei modi, evocando efficacemente sentimenti dolci e malinconici all’insegna della memoria e del rimpianto riguardo una relazione andata male. Questa “malinconica dolcezza” ha sempre caratterizzato gli PSICOLOGI, il duo rivelazione che ormai sta diventando sempre di più la voce di un’intera generazione.

Il turno di Pietro arriva nei bridge e nei ritornelli seguenti. Prestazione brillante del figlio d’arte che passeggia in totale scioltezza sul Red Carpet distesogli da Mr. Monkey; la voce, al contrario di quello che ci si aspetterebbe, sembra essere il pezzo forte della sua performance, donando dolcezza e armonia all’eleganza di parole selezionate con scrupoloso rigore romantico. Breve ma intenso il giovane Pietro, che risulta comunque essere l’MVP di questa traccia.

Menzione d’onore a Lil Kaneki, il “secondo psicologo” del pezzo, che procede a ritmi più serrati e meno melodici rispetto al compagno Drast ma che riesce comunque a dare un’impronta importante alla canzone, praticamente rappando al posto di Tredici Pietro. Esame passato, dunque, per i giovani malinconici che si dimostrano essere un vero e proprio terno al lotto. L’anno nuovo non poteva iniziare meglio.

Pietro, finalmente ci siamo?

Il piccolo Pietro ha sorpreso di nuovo, lasciandoci l’ennesima canzone a testimonianza del suo talento. Sembra essere in grado di cambiare veste in ogni situazione, rimanendo però sempre coerente e riconoscibile tra tantissimi. Il sodalizio con Mr. Monkey, ormai definitivamente in rampa di lancio, è un legame covalente che rafforza entrambi, esaltando le doti straordinarie dell’uno e dell’altro. Tredici Pietro è pronto ad essere il futuro capostipite dei rapper italiani del nuovo millennio? Non lo sappiamo, ma se le premesse sono queste, potremmo dire di essere in buone mani.

Tag: , , , ,


Filippo Alzani

Non ho una foto profilo, così se non ti piace l'articolo sul tuo idolo non saprai chi prendere a mazzate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici