• Home

The Leftovers RMX” è il titolo del nuovo ep di Ape, disponibile in streaming su Spotify e su tutti i digital store.

Dopo il successo di critica e pubblico ottenuto con “The Leftovers”, album che ha sancito il ritorno sulla scena di Ape come solista a distanza di anni, il rapper brianzolo arricchisce il progetto con quattro versioni inedite di alcuni dei brani presenti nel disco. Il titolo del progetto è questa volta una chiave di lettura fondamentale: lo stile e le atmosfere dei remix sono infatti strettamente legati ad alcuni dei protagonisti di “The Leftovers”, serie tv omonima della quale Ape è grande fan. Gli osservatori più attenti dello show televisivo riusciranno infatti a fare i giusti accostamenti tra brano e personaggi; tutti gli altri potranno invece godersi quattro brani che mantengono una forte componente lirica, sostenuta per l’occasione da produzioni dalle sonorità ricercate e particolari.

I remix in questione sono:

– “Leader – Gasto RMX“: uno dei brani più d’impatto di “The Leftovers”, nel remix di Gasto acquista una venatura rock dalla forza inarrestabile;

– “Borghesia Suburbana – Beat Provider RMX“: il remix, prodotto dall’autore del beat presente nella versione originale, ripropone uno dei brani più apprezzati del disco in chiave più melodica e meno cupa e sincopata;

– “Chiudi gli occhi – Dj Nexus RMX“: rispetto al brano originale, prodotto da Bassi Maestro, Nexus si affida a sonorità molto più scure e dense per realizzare il remix;

– “Borghesia Suburbana – Dj Nexus Original RMX“: la prima versione del brano, sulla cui struttura The Beat Provider ha poi realizzato la versione presente nel disco. Minimale ma proprio per questo incisiva.

 

 

Ivan” è il titolo del nuovo singolo di Stray, prodotto da Bostaff. Il giovane rapper molisano, classe ’99, torna con un nuovo brano dopo il singolo “In Volo”, uscito a febbraio e prodotto da Depsure.

“Ivan” è un brano dalle tinte autobiografiche, all’apparenza immerso in atmosfere leggere – grazie all’ottima produzione di Bostaff – ma in realtà l’apparenza cela un racconto di desiderio di rivalsa e di uscire dalla provincia, monotona e asfissiante nella sua indifferenza, dalla quale si allontana per mezzo della musica. La capacità di unire il cantato nel bridge e nel ritornello con strofe metricamente serrate e d’impatto rende Stray uno dei prospetti più interessanti del rap italiano, vista e considerata anche la giovanissima età.

Il video di “Ivan” è a cura di Carlo Di Mario.

Dal 29/06 al 01/07 Torino ospiterà la seconda edizione del Maze Festival, la kermesse dedicata allo streetwear e alla streetculture, nella splendida cornice storica dell’ex-sede della Borsa Valori torinese. Dopo le oltre 4000 presenze della scorsa edizione, tornano tre giorni ricchi di eventi dedicati agli appassionati di streetculture a 360 gradi: aree espositive e dedicate al custom, talk, conference, sfilate e fashion show esclusivi, aree dedicate allo skateboad, allo streetbasket, alla breakdance e alla streetdance, workshop musicali e di beatmaking e live esclusivi di artisti di caratura nazionale. Questo e molto altro è in programma, con tutte le attività ad ingresso gratuito ma a numero limitato di posti, arricchite dalla presenza di brand iconici come Fred Perry, Fila, Vans e Kappa, accompagnati da giovani scommesse cariche di hype quali Dreamyourself, Infinite Society e Daomey, e di figure di rilievo nel settore come Marcelo Burlon, Luca Barcellona e Alvaanq.

La seconda edizione del Maze Festival segna anche l’esordio della Maze Music Experience, spazio appositamente dedicato a sintetizzatori, strumenti musicali elettronici e per il beatmaking e il djing. Grazie al supporto e alla partecipazione di realtà quali Echo, Rowland e Midiware, figure professionali guideranno gli appassionati in workshop musicali e contest di beatmaking esclusivi.

 

L’incredibile voce e le profonde e personali liriche di Davide Shorty porteranno anche l’hip hop nella cornice del Maze, in un concerto esclusivo con la sua Straniero Band, previsto per il 1 luglio nel Jazz Club di Torino. Il poliedrico artista siciliano, riconosciuto come una delle voci più interessanti della musica italiana, ha un profondo legame con l’hip hop e con il rap, che risuona forte anche nel suo ultimo album “Straniero”. Le sue origini sono spiccatamente votate al rap, così come le sue più recenti collaborazioni, che confermano quanto sia saldo il suo legame con i migliori esponenti del genere: da “Requiem” di Claver Gold a “Memory” di Johnny Marsiglia e Big Joe, passando per “Goodmorning Worldwide” degli Alien Army, Shorty ha firmato collaborazioni d’autore in tutti questi progetti.

Su http://www.maze.events/ è possibile compilare i form che garantiscono l’accesso alle numerose attività previste durante il festival, fino ad esaurimento posti.

 

 

 

 

 

 

Seguici